Blitz quotidiano
powered by aruba

Ebola. Accordo da $5 mln per fornitura 300 mila vaccini

Un accordo da 5 milioni di dollari per sostenere la fornitura del vaccino contro Ebola è stato siglato dall'organizzazione internazionale Global Alliance for Vaccines and Immunization (Gavi) e l'azienda farmaceutica americana Merck.

USA, NEW YORK – Un accordo da 5 milioni di dollari per sostenere la fornitura del vaccino contro Ebola è stato siglato dall’organizzazione internazionale Global Alliance for Vaccines and Immunization (Gavi) e l’azienda farmaceutica americana Merck.

Come parte dell’accordo Merck renderà disponibili 300.000 dosi a partire da maggio 2016 per l’utilizzo esteso in studi clinici o per casi di emergenza.

E’ quanto riferisce in una nota pubblicata sul sito web, la stessa organizzazione, nata nel 2000 con il contributo di Unifcef, Oms e Banca Mondiale con lo scopo di migliorare l’accesso all’immunizzazione per la popolazione nei Paesi poveri.

Per il vaccino in questione, ancora in fase di sviluppo, sarà presentata una richiesta di autorizzazione a fine del 2017 e, se approvato, diventerà il primo al mondo con licenza ufficiale, pronto ad essere acquistato per creare riserve pronte all’uso in caso di necessità.

“Le nuove minacce richiedono soluzioni intelligenti e il nostro accordo di finanziamento innovativo farà in modo di trovarci preparati per future epidemie di Ebola”, ha commentato il Ceo di Gavi Seth Berkley, “sappiamo che serbatoi del virus esistono ancora”. Il 14 gennaio era stata annunciata dall’Oms la fine dell’epidemia, ma solo il giorno dopo la Sierra Leone aveva registrato una nuova morte correlata.

Finora il virus ha provocato oltre 11.300 decessi e 28.600 contagi, ma ha avuto anche un impatto devastante sui sistemi sanitari, con effetti dirompenti sui programmi di vaccinazione infantile.