Cronaca Mondo

Egitto, 28 Fratelli Musulmani condannati a morte per attentato al procuratore capo Barakat

Egitto, 28 Fratelli Musulmani condannati a morte per attentato al procuratore capo Barakat

Egitto, 28 Fratelli Musulmani condannati a morte per attentato al procuratore capo Barakat

IL CAIRO – Condanne esemplari in Egitto per l’uccisione del Procuratore capo Hisham Barakat, morto nell’esplosione di un’autobomba a giugno 2015 al Cairo. Ventotto presunti terroristi dei Fratelli musulmani sono stati condannati a morte per impiccagione in primo grado. Lo riferisce il sito Dawn.

Le sentenze sono state pronunciate da un tribunale penale del Cairo che ha inflitto anche 15 ergastoli e otto condanne a 15 anni di reclusione per la morte del massimo magistrato inquirente del Paese.

A giugno il tribunale aveva inflitto 31 condanne a morte sottoponendo poi la sentenza al vaglio non vincolante e segreto del Gran Muftì. Il pronunciamento odierno può essere contestato in appello.

Gli imputati, che secondo l’accusa sono militanti dei Fratelli musulmani, erano 67 e l’attentato fu rivendicato dal gruppo “Resistenza popolare”, dichiarato terrorista in Egitto nel febbraio scorso.

Il governo, che sostiene la tesi di una regia di Fratelli Musulmani e Hamas, aveva diffuso un video contenente le confessioni di alcuni accusati. Molti di loro accusano tuttavia che siano loro state estorte sotto tortura.

To Top