Blitz quotidiano
powered by aruba

Egitto, EgyptToday: “Bambino di 10 anni a processo” FOTO

IL CAIRO – In Egitto un bambino di 10 anni è apparso davanti alla Corte penale insieme a Mohammed Badie, leader dei Fratelli Musulmani. La notizia è stata pubblicata dal quotidiano online EgyptToday.it, che scrive:

Mohammed Badie il capo dei Fratelli Musulmani e altri 682 persone oggi in aula  davanti alla Corte penale per l’appello, per la causa ormai famosa e denominata  “i fatti del Adua” dove il villaggio el-Adua nella provincia el Minya è luogo di scontri e violenze nel 14 agosto 2013 subito dopo  lo sgombero nella piazza Rabaa’ dei pro-Morsi.  Durante gli scontri a Adua ci furono anche una serie di incendi gravi. Tra gli accusati c’è anche un bambino di 10 anni, Ahmed Khalaf  Radi.

Ma che cosa accade esattamente ad Adua il 14 agosto del 2013? Ecco la cronaca di quel giorno pubblicata su Repubblica: 

Una giornata di sangue in Egitto, cominciata con l’assalto all’alba ai campi dei manifestanti pro-Morsi e segnata da un elenco progressivamente aumentato di vittime e feriti. E’ di 278 morti, tra i quali 43 poliziotti, l’ultimo bilancio fornito dal governo del Cairo. Il portavoce del ministero della Salute, Mohamed Fathallah, ha spiegato che i morti sono quasi tutti civili e che nella capitale 61 persone sono state uccise nel presidio dei manifestanti in piazza Rabaa al-Adawiya e 21 in quello di piazza Al-Nadha. Ma il tragico conteggio è molto diverso a seconda delle fonti. Per i Fratelli musulmani le vittime sono oltre 2.000, con 10.000 feriti. Il ministro dell’Interno egiziano ha ribadito: “Non permetteremo altri sit-in in nessuna piazza, in nessun luogo, nel Paese”.

Immagine 1 di 1
  • Egitto, EgyptToday: "Bambino di 10 anni a processo" FOTO 2
Immagine 1 di 1

 


TAG:

PER SAPERNE DI PIU'