Cronaca Mondo

Egitto: trovata la tomba di Ankhesenamon, la moglie di Tutankhamon

Egitto: trovata la tomba di Ankhesenamon, la moglie di Tutankhamon

Egitto: trovata la tomba di Ankhesenamon, la moglie di Tutankhamon

ROMA – Trovata finalmente la moglie di Tutankhamon. Gli archeologi ritengono che la mummia di Ankhesenamon potrebbe trovarsi in una nuova tomba scoperta in Egitto, nella Valle dei Re.

Gli egittologi hanno trovato quella che ritengono sia la camera di sepoltura di Ankhesenamon e, se confermato, potrebbe aiutare a svelare il destino della donna che, dopo il secondo matrimonio, scomparve dalla documentazione storica, spiega il Daily Mail.

Zahi Hawass, archeologo di fama mondiale ed ex ministro egiziano per le Antichità, ha scoperto la tomba vicino a quella del faraone Ay.

Ankhesenamon, sposa di Tutankhamon che regnò tra il 1332 e il 1327 a.C., dopo la morte del giovane faraone convolò a nozze con Ay: regnò immediatamente dopo il decesso di re Tut dal 1327 al 1323 a.C.

Resti di cibo, ceramiche e altri oggetti, fanno pensare alla costruzione di una tomba nel sito.

Il team intende scavare nella camera appena scoperta per stabilire esattamente chi c’è al suo interno.

Tutankhamon diventò faraone a soli dieci anni, intorno al 1332 a.C. e regnò per soli nove anni. Nello stesso anno in cui iniziò il suo regno, sposò la sorellastra Ankhesenamon.

Il giovane re Tut, aveva tentato di soppiantare il sacerdozio e le divinità tradizionali che adoravano il dio Aton o Aten, rappresentante il disco solare, imposto dal faraone Akhenaton.

A 12 anni, la sfida per imporre la nuova religione fu così forte che cambiò nome da Tutankhattan a Tutankhamon.

Un anno dopo, la corte reale si trasferì nella vecchia capitale di Tebe, ora Luxor, allora il centro di culto del dio Amon e la base di potere dei sacerdoti Amon. Il re Tut è considerato un faraone minore.

To Top