Blitz quotidiano
powered by aruba

Fidanzato geloso la picchia con batticarne: “Fai troppi selfie”

MELBOURNE – Colpita in testa con un batticarne, fino a riportare un’emorragia celebrale. Questa la storia di Sokha Nuon, donna australiana di 34 anni, picchiata brutalmente dell’allora fidanzato perché “rea” di fare troppi selfie. L’uomo era geloso fino al punto da essere ossessionato dall’idea che Sokha lo tradisse e così un giorno, al suo rientro a casa, John Grima l’ha aggredita con un batticarne e l’ha colpita alla testa fino a mandarla in coma.

La storia di Sokha risale al 2013, quando rientrando a casa il fidanzato John le si scagliò contro. Ora però la donna ha trovato il coraggio di raccontare la sua storia al Daily Mail, una storia nata dall’eccessiva gelosia dell’ex fidanzato. L’uomo era convinto che Sokha avesse altre relazioni e così ogni giorno la insultava e le controllava ossessivamente il telefono, irritato dai selfie e dalle foto che la donna amava scattarsi:

“John diventò sempre più patetico. Ogni giorno voleva controllare il mio telefono cellulare convinto che avessi relazioni con altri uomini. Voleva sapere a chi inviavo i miei selfie, ma io non avevo assolutamente nulla da nascondere”.

Poi un giorno Sokha rientrò a casa e lui le diede un pugno, facendola cadere a terra, dove iniziò ad infierire prendendola a calci e trascinandola sul pavimento. Poi afferrò un batticarne e iniziò a colpirla in testa. La donna riportò una emorragia celebrale e ci volle del tempo per guarire e per riprendersi la sua vita. John, il suo fidanzato violento, è stato arrestato e condannato a 6 anni ci carcere.

 


PER SAPERNE DI PIU'