Blitz quotidiano
powered by aruba

Fine del mondo 2016, le cinque teorie: glaciazione, Gesù…

L'anno appena iniziato, il 2016, essendo bisestile, è considerato potenzialmente funesto e ci sarebbero cinque teorie sull'apocalisse.

ROMA – L’anno appena iniziato, il 2016, essendo bisestile, è considerato potenzialmente funesto e, come riporta Metro.co.uk, ci sarebbero cinque teorie sull’apocalisse, del tutto prive di fondamento, che farebbero pensare che la fine del mondo è vicina.

Ecco quali:

1) La profezia di Ghostbusters 2: nel secondo capitolo della saga dedicata agli acchiappafantasmi, il 14 febbraio 2016 è indicato come data dell’apocalisse. Ok, in giro si vedono sempre più coppie decisamente mal assortite, ma da qui a prevedere la fine del mondo ce ne passa…

2) L’allarme dello scienziato della NASA: il dottor Sal, sedicente esperto dell’agenzia spaziale nordamericana, nel 2011 ci avvertì che quest’anno i due poli dovrebbero sciogliersi fino a sommergere d’acqua tutto il mondo.

3) Obama l’Anticristo: David Montaigne è un complottista divenuto molto famoso sul web perché, a suo dire, la Bibbia indica chiaramente che il vero Anticristo è Barack Obama. Secondo Montaigne, Obama attaccherà Gerusalemme il 6 giugno e provocherà l’Apocalisse.

4) L’asteroide e il buco nero artificiale: secondo il pastore Ricardo Salazar, la fine del mondo dovrebbe iniziare il 16 maggio per concludersi il 25 ottobre. Un asteroide colpirà la Terra, e la distruzione sarà completata da un buco nero creato dal Cern di Ginevra fuori controllo.

5) Il ritorno di Gesù: alcuni complottisti di fede cristiana sostengono, citando un’interpretazione forzata del Libro di Daniele, che il 2016 sarà l’anno del ritorno di Cristo sulla Terra. Il motivo sarebbe da ricondurre ai 70 cicli giubilari che si concluderebbero con l’ingresso di Gesù a Canaan.