Cronaca Mondo

Gabriele Del Grande libero, Fnsi: “In piazza comunque contro il bavaglio turco”

Gabriele Del Grande libero, Fnsi: "In piazza comunque contro il bavaglio turco"

Gabriele Del Grande libero, Fnsi: “In piazza comunque contro il bavaglio turco” (Foto Ansa)

ROMA – Gabriele Del Grande è libero. Il giovane reporter e blogger è stato espulso dalla Turchia, dove era stato incarcerato senza un capo d’accusa e messo in isolamento, ed è rientrato in Italia. La Federazione nazionale della stampa festeggia la sua liberazione, ringrazia chi si è adoperato per ottenerla, ma ribadisce il proprio impegno “contro il bavaglio turco” con la manifestazione del 2 maggio.

“Gabriele Del Grande è libero. Grazie a chi ha contribuito alla sua liberazione. Un grazie alle autorità diplomatiche, che hanno condotto con pazienza e determinazione la trattativa per riportarlo a casa, e un grazie a chi ha sostenuto con grande passione civile la campagna #IoStoConGabriele”, sottolineano in una nota il segretario generale e il presidente della Fnsi, Raffaele Lorusso e Giuseppe Giulietti.

San raffaele

“Ora – proseguono Giulietti e Lorusso – non smettiamo di chiedere la liberazione degli oltre cento cronisti turchi ancora in carcere. Anche per loro il 2 maggio saremo in piazza, a Roma, per riaffermare il nostro “no” al bavaglio turco”.

Del Grande è atterrato in Italia, a Bologna, lunedì mattina, e ha subito riabbracciato la sua compagna e i genitori famiglia. “Sto bene, ha detto, il problema è stata la detenzione, la privazione della libertà personale. Non ho subito alcun tipo di violenza”. Del Grande ha quindi spiegato: “Sono stato vittima di una violenza istituzionale. Quello che mi è successo è illegale, un giornalista privato della libertà mentre sta svolgendo un lavoro in un Paese amico”.

To Top