Blitz quotidiano
powered by aruba

Gaenswein: “Benedetto XVI si sta spegnendo come una candela”

ROMA – Con l’età che avanza (compirà 89 anni il 16 aprile), Benedetto XVI “si sta spegnendo lentamente come una candela, ma non ha rinunciato alla sua attività intellettuale né alle sue passeggiate”. Lo afferma l’arcivescovo Georg Gaenswein in un’intervista a “BenEssere”.

“Benedetto XVI – spiega il suo segretario particolare – è interessato a tutto e conserva il suo humor fine e sottile, con il quale sa “dare sale”. Ha conservato una grande passione per i felini. Nei nostri giardini, vivono Contessa e Zorro, due gatti che spesso vengono a “salutare” il Papa emerito”.

“Mi hanno addolorato i numerosi attacchi a Papa Benedetto – confida il collaboratore del Pontefice Emerito nonché – quante volte ho dovuto sentire e leggere che Ratzinger non ha reagito in modo soddisfacente contro la a, mentre è stato proprio lui, già da cardinale, a iniziare a combatterla. Quante critiche, accuse e calunnie infondate nei suoi confronti anche in altre fattispecie! Ciò mi ha fatto male. Poi, c’è stato il caso Vatileaks: mi sono sentito personalmente colpito, perché fui io a dare piena fiducia a una persona che l’ha tradita senza scrupoli”.

L’arcivescovo tedesco parla anche del proprio equilibrio interiore sapientemente trovato tra corpo e anima. “Il vero segreto per rimanere in forma è vivere un’esistenza ordinata, sia fisicamente, sia spiritualmente, e avere una bussola da seguire, con tutte le difficoltà e i fallimenti umani che ovviamente ci sono”.

Immagine 1 di 4
  • Benedetto XVI (foto Ansa)Benedetto XVI (foto Ansa)
  • L'incontro tra papa Francesco e Ratzinger del maggio 2013
  • Papa Benedetto XVI e Papa Francesco (a destra)
Immagine 1 di 4