Blitz quotidiano
powered by aruba

Genitori gli vogliono requisire iPhone: lui si amputa dito

PECHINO – I genitori gli vogliono togliere l‘iPhone, perché passa troppo tempo a giocarci. E lui, un bambino di 11 anni, in un impeto di rabbia si amputa l’indice della mano. E’ successo in Cina, nella stessa Repubblica Popolare in cui alcuni genitori non hanno esitato a vendere il proprio figlio pur di comprarsi lo smartphone della Apple. Nello specifico è accaduto a Suzhou.

Un giorno i genitori del ragazzino, stanchi di vederlo passare le ore attaccato all’iPhone, lo hanno rimproverato, dicendogli che era un cattivo esempio per il fratellino di 6 anni. Durante la lite i genitori hanno anche minacciato di requisirgli il telefonino. E così lui ha preso un grosso coltello da cucina e si è amputato l’indice della mano sinistra.

Appena hanno visto che cosa era accaduto i genitori del ragazzino hanno subito chiamato l’ambulanza. Il piccolo è stato ricoverato in ospedale e operato alla mano. Ma i chirurghi non sanno ancora dire se riuscirà a recuperare l’uso del dito.

Due anni fa sempre dalla Cina era arrivata la storia di una coppia di genitori che avevano messo in vendita la propria figlia appena nata per comprarsi un iPhone. 

In Cina, del resto, la Apple produce i propri smartphone, nelle fabbriche già sotto il mirino di stampa e attivisti per il super lavoro a cui vengono sottoposti i dipendenti. Anni fa fece scalpore il caso di un ragazzo di 15 anni morto proprio per il troppo lavoro in una delle fabbriche di iPhone. 

 

 


TAG: ,

PER SAPERNE DI PIU'