Cronaca Mondo

Gerusalemme, tenta accoltellare agenti: palestinese ucciso

Gerusalemme, tenta accoltellare agenti: palestinese ucciso

Gerusalemme, tenta accoltellare agenti: palestinese ucciso

TEL AVIV – Continua a scorrere del sangue a Gerusalemme. Dopo gli scontri a Gaza e in Cisgiordania, la polizia israeliana ha ucciso un palestinese che ha tentato di accoltellare un poliziotto nella città vecchia: l’uomo era stato avvicinato  dagli agenti che si erano insospettiti di lui. Secondo la versione fornita dal portavoce della polizia, l‘uomo ha estratto un coltello e ha provato a colpire un agente prima di essere ucciso. L’identità della vittima non è stata ancora resa nota: gli agenti sono rimasti illesi.

Dallo scorso ottobre quando è cominciata la cosiddetta “intifada dei coltelli” ci sono stati fino ad ora 135 palestinesi morti. I morti israeliani sono invece 19, a cui va aggiunto uno studente americano. La stragrande maggioranza dei palestinesi uccisi ha commesso o tentato di commettere aggressioni con il coltello: qualcun’altro ha speronato con l’auto passanti o militari.

Intanto nella giornata di ieri, un palestinese che cercava di passare a nuoto in mare fra il versante palestinese e quello egiziano della città di Rafah (a sud di Gaza) è  stato crivellato di colpi ed ucciso da militari egiziani incaricati di sigillare il confine. Le immagini dell’incidente sono diffuse sulle reti sociali di Gaza, dove è molto forte l’impressione suscitata dalle immagini. Il giovane, viene affermato, soffriva di problemi mentali.

 

To Top