Blitz quotidiano
powered by aruba

Gesuiti, padre Sosa Abascal nuovo “Papa nero”. Primo non europeo

ROMA – Padre Arturo Sosa Abascal, venezuelano, 68 anni, è il nuovo preposito generale della Compagnia di Gesù, il cosiddetto “Papa nero”, trentesimo successore di Sant’Ignazio di Loyola.

Sosa Abascal, che succede allo spagnolo padre Adolfo Nicolas dimessosi al compimento degli 80 anni di età, è stato eletto venerdì 14 ottobre dalla 36/ma congregazione generale dei Gesuiti, riuniti a Roma. Come da usanza prevista, il primo a cui è stato comunicato il nome dell’eletto è stato papa Francesco.

Per la prima volta in quasi 500 anni di vita la Compagnia di Gesù, il più numeroso e influente ordine religioso del cattolicesimo, sarà guidata da un non europeo, e in particolare da un latino-americano. E questo proprio nel momento in cui c’è un Papa, a sua volta egli stesso gesuita, anch’egli latino-americano.

L’elezione di padre Arturo Sosa Abascal nella 36/ma congregazione generale in corso a Roma dal 2 ottobre è avvenuta stamane poco dopo le 11.30, quando dall’aula si è sentito scrosciare un grande applauso. Prima di comunicare pubblicamente il nome del nuovo padre generale si è rispettata la tradizione che vuole che il primo ad essere informato sia il Papa, in virtù dello speciale legame che unisce l’ordine fondato da Ignazio di Loyola al successore di Pietro.

Chi è Padre Arturo Sosa Abascal:  gesuita della Provincia del Venezuela, eletto oggi dalla 36/ma congregazione generale come 31/mo superiore generale della Compagnia di Gesù, è nato a Caracas, in Venezuela, il 12 novembre 1948. E’ stato consultore del padre generale, delegato generale per le case e le opere interprovinciali della Compagnia di Gesù a Roma. Ha conseguito un dottorato in scienze politiche presso l’Universidad Central de Venezuela. Il padre, riferisce la Curia generalizia dei Gesuiti, parla spagnolo, italiano e inglese e comprende il francese.

Prima del dottorato in scienze politiche all’Universidad Central de Venezuela, padre Sosa si è laureato in filosofia presso l’Università Cattolica Andres Bello (1972).    Nella 35/ma congregazione generale del 2008, il generale Adolfo Nicolas l’ha scelto come consultore generale. Nel 2014 entra a far parte della Curia della Compagnia di Gesù a Roma come delegato per le case e le opere interprovinciali della Compagnia di Gesù a Roma. Si tratta di istituzioni che dipendono direttamente dal Superiore Generale e per le quali viene nominato un delegato. A queste, oltre alla Curia generale, appartengono anche la Pontificia Università Gregoriana, il Pontificio Istituto Biblico, il Pontificio Istituto Orientale, la Specola Vaticana, Civiltà Cattolica così come i collegi internazionali.    Tra il 1996 e il 2004 è stato Superiore Provinciale dei gesuiti in Venezuela. In precedenza è stato coordinatore dell’apostolato sociale in questo paese e direttore del Centro Gumilla, una ricerca e azione sociale dei gesuiti in Venezuela.

Padre Arturo Sosa si è dedicato a lungo all’insegnamento e alla ricerca. Ha svolto diverse posizioni e funzioni in ambito universitario. E’ stato professore e membro del Consiglio della Andrés Bello Università Cattolica Fondazione e Rettore dell’Università Cattolica di Tachira. In particolare, ha perseguito la ricerca e l’insegnamento nel campo delle scienze politiche, in diversi centri e istituzioni, come la Cattedra di Teoria politica contemporanea e il Dipartimento di cambiamento sociale in Venezuela presso la Facoltà di Scienze Sociali. E’ stato ricercatore presso l’Istituto di Studi Politici, Facoltà di Scienze Politiche presso l’Università Centrale del Venezuela e, presso la stessa università, professore presso la Scuola di Studi Politici presso il Dipartimento di Storia delle idee politiche del Venezuela.    Nel 2004 è stato invitato dal Centro di Studi Latinoamericani presso la Georgetown University negli Stati Uniti ed è stato professore del Dipartimento di pensiero politico venezuelano dell’Università Cattolica di Tachira.    Ha pubblicato diversi lavori, in particolare sulla storia e sulla politica del Venezuela.


TAG: