Blitz quotidiano
powered by aruba

Attacco Isis a Giacarta: kamikaze, bombe a raffica: 7 morti

GIACARTA – A Giacarta, in Indonesia, una raffica di esplosioni nel cuore della città. Almeno tre kamikaze, forse di più. Un commando di almeno 14 terroristi armati fino ai denti. E almeno sette vittime anche se il bilancio è destinato purtroppo a salire. Serie di attentati, nella mattinata di giovedì 14 gennaio a Giacarta. E dopo i kamikaze la sparatoria tra la polizia e altri presunti attentatori.

“Hanno agito come a Parigi” ha spiegato la polizia nell’annunciare la fine dell’attacco e il probabile legame con l’Isis degli assalitori. Il portavoce della polizia indonesiana, generale Anton Charliyan, ha detto che gli assalitori di Giakarta “hanno imitato le azioni terroristiche di Parigi…. è probabile che siano del gruppo (Stato Islamico)”.

Secondo una prima ricostruzione degli eventi tre kamikaze si sarebbero lasciati esplodere all’interno di un caffè Starbucks. Ancora una volta, insomma, il terrorismo prende di mira i turisti. Esattamente come accaduto a Istanbul solo due giorni fa. Ma a Giacarta non hanno agito solo i kamikaze: altri terroristi, armati di pistole e granate, hanno assaltato un posto di polizia.

Gli assalitori in azione, secondo quanto riporta l’emittente  Metro Tv sarebbero almeno 14. Quattro sono già stati uccisi. Altri, invece, sarebbero asserragliati in un edificio, il Cackrawala, sulla via Janal Thamrin a Giacarta, sede tra l’altro degli uffici dell’Onu. Quattro sospetti attentatori  sono invece già stati arrestati: lo ha reso noto la polizia, secondo quanto riporta l’agenzia Reuters sul proprio sito Internet.

Attentato Isis. E che c’entri lo Stato Islamico è in qualche modo confermato dalla polizia indonesiana. Gil agenti, infatti, ha fatto sapere che l’Is aveva diffuso un messaggio in codice di avvertimento prima degli attentati, nel quale si avvertiva che “vi sarebbe stato un concerto in Indonesia e che sarebbe finito sulle prime pagine”. Nessun altro dettaglio è stato fornito riguardo alla tempistica del messaggio: nel corso dell’ultimo mese le forze di sicurezza indonesiane avevano sventato numerosi attentati.

Allarme all’ambasciata Usa. L’ambasciata americana a Giacarta ha diffuso un “messaggio di emergenza” dopo gli attacchi nella capitale consigliando a tutti i cittadini statunitensi di evitare l’area nelle vicinanze dell’el Sari Pan Pacific e della piazza Sarinah della città.

La situazione nel punto Starbucks oggetto dell’attacco. La catena Starbucks ha reso noto che un cliente del caffè di Giacarta colpito oggi da attentatori kamikaze è rimasto ferito nell’esplosione. Tutti i dipendenti sono rimasti illesi, ha aggiunto, precisando che – secondo le informazioni disponibili al momento – l’esplosione è avvenuta “vicino” al bar all’interno del palazzo Skyline della capitale. La catena ha comunque annunciato l’immediata chiusura di tutti i caffè in Indonesia.

Le prime drammatiche foto degli attentati

Immagine 1 di 7
  • Giacarta, kamikaze e raffica di esplosioni: vittime FOTO
Immagine 1 di 7

 


PER SAPERNE DI PIU'