Cronaca Mondo

Giappone, entro 50 anni popolazione calerà di un terzo, aumenteranno gli anziani

Giappone, entro 50 anni popolazione calerà di un terzo, ma aumenteranno gli anziani

Giappone, entro 50 anni popolazione calerà di un terzo, ma aumenteranno gli anziani

TOKYO –  La popolazione del Giappone nei prossimi cinquanta anni diminuirà quasi di un terzo, calando del 30 per cento, mentre continuerà ad aumentare l’aspettativa di vita e, di conseguenza, crescerà il numero di persone anziane, che saranno il 38 per cento del totale degli abitanti.

A dirlo è un rapporto dell’Istituto nazionale di Previdenza nipponico che pone l’allarme sull’incremento delle spese sociali e i costi di assistenza in rapporto alla popolazione attiva, destinata sempre più a ridursi a causa della bassa natalità e le politiche restrittive del governo sull’immigrazione.

Gli ultimi dati del censimento del 2015 hanno evidenziato una popolazione di 127 milioni di abitanti, indirizzati a scendere sotto i 100 milioni nel 2053, fino a restringersi a quota 88 milioni nel 2065. Nello stesso arco di tempo l’aspettativa di vita per gli uomini salirà a 85 anni, e a 91 per le donne.

San raffaele

Il numero delle persone in una fascia di età compresa tra i 15 e i 64 anni, quella che è considerata la parte produttiva, scenderà al 51,4% dall’attuale livello del 61%. Gli ultra sessantacinquenni rappresenteranno invece il 38,4% della popolazione totale, dall’odierno 26,6%.

Il tasso di fertilità delle donne giapponesi, pur mantenendosi stabile sui livelli attuali di 1,44 figli, rimarrà comunque inferiore alla soglia minima di 2,07 considerata necessaria a garantire il rimpiazzo generazionale.

To Top