Cronaca Mondo

Giappone, sono finite le patatine fritte: 11 euro per un pacchetto

TOKYO – Sono finite le patatine in Giappone. Nei supermercati del Sol Levante è corsa a chi riesce ad accaparrarsi l’ultima bustina di crisp dopo che una delle più grandi aziende nipponiche di snack, la Calbee, ha annunciato lo stop delle vendite a causa di un catastrofico raccolto ad Hokkaido, regione chiave per la produzione di patate.

Tutta colpa di quattro potentissimi tifoni che lo scorso agosto hanno distrutto gran parte delle piantagioni. Risultato: il peggior raccolto negli ultimi 34 anni. Secondo quanto riporta l’agenzia Blooberg, i prezzi sono già schizzati alle stelle: un pacchetto, di solito venduto a meno di due euro, è arrivato a costarne 11.

Le foto degli scaffali dei supermercati vuoti sono diventate virali sui social media, anche perché i giapponesi sono golosissimi di patatine fritte: secondo un sondaggio condotto della Asahi tv su un campione di 1o mila persone, le patatine si piazzano tra il primo e il secondo posto tra gli snack preferiti dai giapponesi.

To Top