Cronaca Mondo

Guardian. Da big tabacco pressioni e minacce a Paesi africani

Il logo della British American Tobacco

Il logo della British American Tobacco

GB, LONDRA – I colossi del tabacco, in particolare la British American Tobacco (Bat), hanno fatto pressioni molto forti, arrivando fino a forme di minaccia, su almeno otto governi africani per non introdurre o limitare le campagne e le leggi anti-fumo.

Lo rivela il britannico Guardian in un’ampia inchiesta giornalistica in cui pubblica estratti delle azioni legali avviate dalla Bat in Paesi come Kenya e Uganda per proteggere i propri interessi.

Il mercato delle sigarette in Africa è in rapida espansione e quindi i gruppi del tabacco non vogliono che siano introdotte misure in grado di limitarlo. In una serie di lettere viste dal Guardian il gruppo britannico ha di fatto minacciato di conseguenze economiche negative i Paesi che dovessero approvare leggi anti-fumo. Dal suo canto la Bat si difende affermando di non aver violato le regole.

To Top