Cronaca Mondo

Guerra aerea tra Siria e Israele: il mistero del jet abbattuto

Guerra aerea tra Siria e Israele: il mistero del jet abbattuto

Guerra aerea tra Siria e Israele: il mistero del jet abbattuto

BEIRUT – Guerra nei cieli tra Siria e Israele. Lo stato maggiore delle forze armate siriane ha infatti affermato di avere abbattuto nella mattinata di venerdì un jet militare israeliano e di averne colpito un altro sopra la regione di Bureij, vicino al confine con il Libano. Ma Israele smentisce di aver perso dei jet. Una mossa militare dopo che nella notte l’aviazione israeliana ha colpito in una serie di raid convogli e depositi di armi diretti all’Hezbollah libanese, nel Sud della Siria, come già in precedenza.

Damasco ha quindi rivendicato di aver abbattuto un jet israeliano e danneggiato un altro, mentre i restanti quattro si sarebbero ritirati. Israele ha però negato che i suoi aerei siano stati colpiti. Le dichiarazioni del governo siriano vanno lette però in chiave interna, sono tese più che altro a rivendicare la difesa della sovranità nazionale. In realtà i missili antiaerei non avrebbero neanche sfiorato i cacciabombardieri nemici ma sarebbero entrati nello spazio aereo israeliano.

L’intercettazione del missile siriano è avvenuta per la prima volta con il sistema anti-balistico Arrow 3, considerato fra i migliori al mondo, sviluppato da Israele stessa e che quindi ha visto stanotte il suo battesimo del fuoco. Le forze armate israeliane hanno confermato i raid, la risposta siriana e l’intercettazione. E’ la prima volta che ammettono questo tipo di operazioni in Siria, condotte almeno una mezza dozzina di volte negli ultimi quattro anni.

To Top