Cronaca Mondo

Henry Badenhorst, fondatore di Gaydar si è ucciso: si è lanciato dal 23esimo piano

Henry-Badenhorst-Gaydar-suicidio

Henry Badenhorst, fondatore di Gaydar si è ucciso: si è lanciato dal 23esimo piano

PRETORIA – Henry Badenhorst, co-fondatore di Gaydar, noto sito d’incontri per Lgbt realizzato nel 1999, si è ucciso a 51 anni in Sudafrica lanciandosi dal 23° piano dell’hotel Michelangelo Towers.

La morte, a dieci anni di distanza ricorda quella del suo compagno e socio Gary Frish, 38 anni, caduto dal balcone di un appartamento situato all’ottavo piano di un edificio a Battersea, a Londra.

La polizia ritiene che la morte non sia sospetta e gli amici, a Buzzfeed, hanno riferito che Badenorst soffriva di depressione, probabilmente ancora non si era ripreso dalla perdita di Frish, caduto dal balcone dopo una notte in cui aveva assunto ketamina, scrive il Daily Mail.

La coppia, che si era separata poco prima della morte di Frisch nel suo appartamento a Battersea, Londra, insieme aveva fondato il popolare sito d’incontri Gaydar che attualmente conta di 6 milioni di iscritti in 140 Paesi e si sta espandendo con un altro sito per incontri femminili, Gaydar Girls, una stazione radio e Profile, un bar e club nel quartiere gay di Londra, a Soho.

Frisch aveva lasciato una proprietà di 6,5 milioni di sterline a Badenhorst, che aveva definito il giorno della morte del compagno e socio come “il peggiore della mia vita”.

Badenhorst ha fatto il check-in nell’esclusivo hotel “per una sola notte”, secondo una fonte del Michelangelo, noto per la sua discrezione e per l’esigente clientela, tra cui Barack Obama, Oprah Winfrey e Lady Gaga.

To Top