Cronaca Mondo

India, amministratore di gruppo WhatsApp arrestato: in chat fotomontaggi del premier Modi

India, amministratore di gruppo WhatsApp arrestato: in chat fotomontaggi del premier Modi

India, amministratore di gruppo WhatsApp arrestato: in chat fotomontaggi del premier Modi

NEW DELHI – Assumere la “carica” di amministratore di un gruppo WhatsApp sembra essere rischioso, almeno in India. Krishna Sanna Thamma Naik, amministratore del gruppo “The Balse Boys”, la scorsa settimana è stato arrestato nello Stato indiano del Karnataka dopo che un utente della chat aveva condiviso un fotomontaggio in cui era protagonista il primo ministro Narendra Modi, in base a quanto riportato da News18.

Secondo la polizia, la foto era stata volutamente distorta così da apparire “sgradevole e oscena”.
L’utente Ganesh, che ha pubblicato il fotomontaggio nel gruppo, è stato trattenuto in custodia, spiega The Express Tribune.

Gli arresti sono stati eseguiti dopo la denuncia di un residente di Bhatkal e un terzo accusato, citato nella denuncia, è ancora in libertà. In Karnataka è la prima volta che un amministratore di un gruppo WhatsApp viene arrestato con queste accuse.

La vicenda sembra una eco inquietante di un meno grave ma altrettanto imbarazzante episodio verificatosi in Italia alcuni anni fa, che ha visto come protagonisti la neo presidentessa della Camera Laura Boldrini e il giornalista Antonio Mattia.

L’anno scorso, due governi statali indiani avevano emanato delle direttive in cui si affermava che gli amministratori dei social media erano responsabili dei contenuti pubblicati e diffusi nella chat dai membri del gruppo e che per aver condiviso informazioni inesatte, infondate o fuorvianti, sarebbero stati perseguiti. Nel dicembre scorso, l’ordinanza è stata annullata dalla Corte Suprema di Delhi ma ciò non ha impedito i recenti arresti. In India l’applicazione di messaggistica gratuita WhatsApp è la più popolare, al mese conta oltre 160 milioni di utenti attivi.

To Top