Cronaca Mondo

Irma, a Cuba, evacuati 36mila turisti. Allerta rossa Repubblica Dominicana e Haiti

Irma, a Cuba, evacuati 36mila turisti. Allerta rossa Repubblica Dominicana e Haiti

Irma, a Cuba, evacuati 36mila turisti. Allerta rossa Repubblica Dominicana e Haiti

ROMA – Irma, a Cuba, evacuati 36mila turisti. Allerta rossa Repubblica Dominicana e Haiti. Quasi tutto il territorio della Repubblica Dominicana è in allerta per il passaggio di Irma, l’uragano categoria 5 che ha messo in allarme anche Haiti e Cuba.

“Il momento più critico” nella Repubblica Domenicana non è passato, ha ammonito la protezione civile, ricordando che Irma si sta facendo sentire in queste ore nelle aree del nord e dell’est del paese, che sono tra l’altro zone di turismo. Quello che le autorità temono ora sono le inondazioni, sia per le piogge sia, lungo le coste, per l’intensità delle mareggiate: per questo la grande maggioranza delle province del paese sono in allerta rossa fino a sabato incluso.

Quasi 7.000 persone sono state evacuate, mentre le abitazioni colpite sono circa 2.000. Cinquemila turisti hanno d’altra parte lasciato diverse località molto frequentate anche dagli stranieri e si sono spostati negli alberghi di altre città, quali Santo Domingo e Santiago. La Repubblica Dominicana condivide l’isola ‘La Española’ con Haiti, la nazione più povera dell’America Latina, dove le autorità hanno chiesto di evacuare i residenti delle località lungo la costa nord del paese, tra l’altro nella capitale, Port-au-Prince.

Tuttavia, vista la rotta di Irma il paese potrebbe forse rimanere fuori dall’impatto diretto dell’uragano. Irma dovrebbe poi raggiungere le regioni orientali e centrali di Cuba: anche in questo caso sono già in corso le evacuazioni, inclusi 36 mila turisti (in gran parte canadesi) dalle spiagge del nord del paese e nei ‘cayos’ dell’area. A Santiago sono stati aperti 125 rifugi. Per l’isola, l’arrivo dell’uragano è previsto nelle prime ore di domani (ora locale). Si attendono tra l’altro onde alte cinque metri a Guantanamo. I pronostici escludono per il momento che L’Avana possa finire nel vortice di Irma, anche se sul ‘malecon’ (l’Avenida de Maceo) e in tutto il lungomare della capitale non si esclude l’arrivo di onde molto alte.

To Top