Blitz quotidiano
powered by aruba

Isis uccide due poliziotti e un ufficiale in Egitto

 

IL CAIRO – Isis uccide due poliziotti e un ufficiale in Egitto. Un ufficiale di polizia e due agenti egiziani sono stati uccisi nella giornata di domenica in un attentato dinamitardo contro il veicolo che li trasportava, vicino a Rafah, non lontano dal confine tra Egitto e Striscia di Gaza. Ne hanno dato notizia fonti mediche.

Gli attentatori hanno piazzato lungo la strada un ordigno, che è stato fatto esplodere al passaggio del veicolo. L’esplosione ha ferito anche altri due agenti. E’ probabile che l’attentato sia attribuibile ai terroristi del Sinai che di recente hanno aderito all’Isis. Mercoledì 27 gennaio altri otto soldati e un ufficiale erano stati uccisi con la stessa tecnica non lontano dalla città della costa del nord del Sinai, El Arish.

Intanto il Regno Unito sta pianificando raid aerei contro l’Isis in Libia. E’ quanto rivela il Sunday Times citando fonti delle forze armate, secondo cui la scorsa settimana una squadra formata da ufficiali della Raf e agenti dell’intelligence di Londra, oltre che da personale militare di Usa e Francia, ha compiuto un sopralluogo vicino a Tobruk per individuare potenziali obiettivi per l’aviazione di sua maestà e quelle degli altri Paesi impegnati nella coalizione contro lo Stato islamico.

Londra sta anche preparando l’invio di proprie truppe per addestrare le forze di sicurezza libiche. Non avranno un ruolo nei combattimenti, sebbene le forze speciali britanniche Sas potrebbero partecipare a operazioni mirate contro i leader dell’Isis.


TAG: