Blitz quotidiano
powered by aruba

Isis, via alla battaglia finale. Curdi e siriani: andiamo a riprendere Raqqa

BEIRUT  – Tutto è pronto per la battaglia finale contro Isis. Quella che, nelle intenzioni di chi la muove, i curdi, punta a privare lo stato islamico della sua capitale Raqqa. Nella mattinata di domenica 6 novembre, infatti, le forze curdo siriane hanno annunciato l‘inizio della campagna per riconquistare Raqqa, capitale dello stato Islamico.

L’annuncio è stato fatto in una conferenza stampa ad Ein Issa, a nord di Raqqa, dalle cosiddette Forze democratiche siriane (Sdf), sostenute dagli Usa, al cui interno le milizie curde dell’Ypg sono preponderanti. L’annuncio avviene quasi tre settimane dopo l’inizio dell’offensiva delle forze lealiste irachene per riconquistare Mosul, la ‘capitale’ dello Stato islamico in Iraq, dalla quale migliaia di jihadisti dovrebbero ripiegare attraversando la frontiera con la Siria per raggiungere appunto Raqqa.

Le milizie curde siriane dell’Ypg hanno ottenuto alcuni dei più importanti successi militari nella guerra all’Isis nell’ultimo anno, con l’appoggio decisivo dei bombardamenti aerei della Coalizione internazionale a guida Usa. Ma la Turchia li considera terroristi come l’Isis, in quanto legati al Pkk, il movimento separatista curdo che si batte contro Ankara. Negli ultimi mesi l’esercito turco e’ entrato a piu’ riprese in territorio siriano in appoggio a ribelli suoi alleati che combattono contro i curdi.


TAG: , , ,