Cronaca Mondo

Kim Jong-un potrà colpire Australia con i missili a lungo raggio

Kim Jong-un potrà spazzare via Australia con i missili a lungo raggio

Kim Jong-un potrà spazzare via Australia con i missili a lungo raggio

PYONGYANG – Kim Jong-un ha scatenato il terrore in tutto il mondo lanciando missili a volontà e impegnandosi a costruire un arsenale nucleare che potrebbe provocare un Armageddon. Dopo le attività nella penisola coreana, gli Stati Uniti sono nel mirino della Corea del Nord e il comandante delle forze Usa nella zona, il generale Vincent K Brooks ha avvertito l’Australia che presto Kim Jon-un disporrà della completa gamma dei missili.

Parlando con il Ministro degli Esteri australiano Julie Bishop, l’ha avvisata che il missile Taepodong 2 norcoreano, “potrebbe avere un range di 8.000 chilometri e nel giro di breve tempo sarà pronto per essere lanciato”. La Bishop ha affermato: “Abbiamo concluso che la Corea del Nord possiede ormai una tecnologia avanzata, quando si tratta di missili balistici in grado di trasportare una singola testata nucleare, e che è un rischio crescente per la sicurezza non solo per la penisola coreana ma anche per la nostra regione”. “E’ molto preoccupante che la Corea del Nord sia stata in grado di cogliere l’opportunità per aumentare il suo potenziale”.

Kim Jong-un dovrebbe sviluppare un missile, che potrebbe avere un range di 6.000 km e raggiungere Darwin, nel nord dell’Australia. Precedentemente, la Corea del Nord non ha mai lanciato un missile a lungo raggio ma il dittatore all’inizio del 2017 ha annunciato che l’ICBM era quasi pronto per il lancio. L’intelligence degli Stati Uniti ritiene sia solo una questione di “quando” e non “se” l’IBCM sarà sviluppato al massimo delle sue possibilità.

Nel corso del 2016, la Corea del Nord ha lanciato 20 missili a corto raggio, seppure con alterna fortuna. Sia gli Stati Uniti che l’intelligence della Corea del Sud, ritengono che il nord sia in procinto di lanciare un altro missile che potrebbe essere il più potente, la bomba H, come dimostrano le immagini satellitari del sito nuclare di Punggye-ri.

To Top