Cronaca Mondo

Las Vegas, Stephen Paddock: ecco chi è il killer FOTO

Las vegas, Stephen Paddock: ecco chi è il killer FOTO

Las vegas, Stephen Paddock: ecco chi è il killer FOTO

LAS VEGAS – Non aveva alcun tipo di precedente, nemmeno un’infrazione stradale, non aveva alcuna affiliazione politica o religiosa o legame con chissà che. Stephen Paddock, 64 anni, americano bianco, non aveva mai dato alcuna indicazione “che potesse fare una cosa del genere”, ha detto il fratello Eric. E la polizia lo conferma. Ma nella sua stanza d’albergo teneva otto pistole.

L’autore della strage di Las Vegas, la sparatoria più sanguinosa della storia americana, con un bilancio (ancora provvisorio) di 50 morti e 400 feriti, era un perfetto “uomo normale”. Un anziano che viveva a Mequite, tranquilla cittadina di 20mila abitanti, definita da chi ci abita “una comunità di pensionati e golfisti”, con tre casinò, e dove si registra in media un omicidio all’anno.

Una cittadina che però si trova in Nevada, uno degli Stati americani con le leggi meno restrittive sulle armi, dove chiunque può andare in giro armato, anche di armi d’assalto automatiche o semiautomatiche, senza registrarsi come possessore di armi.

E proprio con delle armi automatiche Stephen Paddock ha fatto la sua strage al concerto country di Las Vegas, sparando dal Mandala Bay Hotel, come un cecchino, per poi togliersi la vita con la stessa arma prima di essere preso dalla polizia.

Gli agenti hanno anche fermato Mary Lou Danley, 62 anni, una cittadina australiana di origini asiatiche che viveva con l’assalitore. Su Facebook si descrive come “madre orgogliosa e nonna sprint”. Secondo la polizia, la donna non sarebbe coinvolta nella carneficina. In tempi di terrorismo islamico, la peggiore sparatoria degli Stati Uniti non ha ancora un movente.

 

To Top