Blitz quotidiano
powered by aruba

Libia, camion bomba Isis contro sede polizia: morti FOTO

L'attentato non è ancora stato rivendicato ma si teme sia stato compiuto dall'Isis

TRIPOLI –  Un camion bomba è stato fatto esplodere contro un centro di addestramento della polizia pieno di reclute nella città costiera di Zliten, in Libia. Almeno 50 persone sono morte. Secondo il rappresentante speciale dell’Onu in Libia Martin Kobler, si è trattato di un attentato suicida, probabilmente dell’Isis.

Nelle stesse ore c’è stato un attentato anche in Egitto: qui, nel sud del Paese, vicino alle piramidi, un commando armato ha preso di mira una comitiva di turisti arabo-israeliani. In quel caso, però, non ci sono state vittime.

I feriti nel centro di addestramento di Al-Jahfal, base militare ai tempi di Muhammar Gheddafi, sono decine: il sito di Al Jazeera dice che tutti i quattro ospedali della zona sono in emergenza in seguito all’attentato, mentre Russia Today dice che l’ospedale di Misurata, che dista 60 chilometri da Zliten, ha chiesto ai cittadini di donare sangue.

L’attentato non è stato ancora rivendicato ma si teme che possa essere opera dell‘Isis, che in Libia sta guadagnando terreno, approfittando anche delle divisioni del Paese. Nei giorni scorsi almeno nove soldati sono rimasti uccisi in scontri con i jihadisti e almeno cinque depositi di petrolio sono in fiamme da giorni.

Nei giorni scorsi gli jihadisti hanno dato fuoco a diversi serbatoi di stoccaggio nei principali porti petroliferi del Paese. Gli scontri tra Isis e forze di sicurezza libiche hanno visto incendi negli impianti di Al-Sidra, Es Sider e Ras Lanuf.

(Foto da Twitter)

Immagine 1 di 4
  • Libia, camion bomba contro sede polizia: decine i morti FOTO 4
Immagine 1 di 4

 

 

 

 

 


TAG: ,