Cronaca Mondo

Libia pronta a bombardare gli scafisti che portano i migranti in Europa

Libia pronta a bombardare gli scafisti che portano i migranti in Europa

Libia pronta a bombardare gli scafisti che portano i migranti in Europa

TRIPOLI – Bombardare e affondare le navi degli scafisti che portano i migranti in Europa. Questo l’ordine che il premier della Libia Fayez al-Sarraj ha rilasciato alle autorità per arginare l’emergenza emigrazione e lanciare un messaggio all’Unione europea. Un messaggio ben chiaro: la Libia è disposta anche a misure estreme per fermare i flussi migratori.

Giordano Stabile sul quotidiano La Stampa scrive che l’accelerazione improvvisa contro i trafficanti di uomini è arrivata nel giorno dell’incontro a Tripoli col ministro dell’Interno italiano Marco Minniti:

“Al-Sarraj, anche capo supremo delle Forze armate, chiede l’uso delle forze aeree contro «l’emigrazione illegale» e il «contrabbando di carburanti», una piaga che crea malcontento fra la popolazione. Ma questo è il «messaggio interno». Quello all’esterno è rivolto all’Italia e all’Europa: siamo pronti anche a misure estreme.

Il presidente del Parlamento europeo Antonio Tajani ha invece invocato l’aiuto della Guardia costiera libica per fermare le partenze: «Dobbiamo assolutamente bloccarle utilizzando tutti gli strumenti che abbiamo. Attraverso i satelliti si vede esattamente quali barche stanno caricando le persone e, con l’impegno della Guardia Costiera Libica, si può bloccare la partenza degli immigrati».

Sul piano pratico è difficile capire come funzionerà il piano di Al-Sarraj. Affondare imbarcazioni con i cacciabombardieri non è un’operazione chirurgica. Il rischio di fare un massacro è alto. Il governo Al-Sarraj poi non dispone di una «sua» aviazione. Sono le milizie di Misurata ad avere a disposizione alcuni Mig-23, che sono stati usati nella battaglia di Sirte contro l’Isis. Non sono però dotati di bombe di precisione a guida laser, un’altra controindicazione”.

San raffaele
To Top