Cronaca Mondo

Lui russa troppo forte, lei lo butta giù dal letto e scopre che…

Lui russa troppo forte, lei lo butta giù dal letto e scopre che...02
  • Lui russa troppo forte, lei lo butta giù dal letto e scopre che...04
  • Lui russa troppo forte, lei lo butta giù dal letto e scopre che...05
  • Lui russa troppo forte, lei lo butta giù dal letto e scopre che...06
  • Lui russa troppo forte, lei lo butta giù dal letto e scopre che...01
  • Lui russa troppo forte, lei lo butta giù dal letto e scopre che...02
  • Lui russa troppo forte, lei lo butta giù dal letto e scopre che...03
  • Lui russa troppo forte, lei lo butta giù dal letto e scopre che...04
  • Lui russa troppo forte, lei lo butta giù dal letto e scopre che...05
  • Lui russa troppo forte, lei lo butta giù dal letto e scopre che...06
  • Lui russa troppo forte, lei lo butta giù dal letto e scopre che...01
  • Lui russa troppo forte, lei lo butta giù dal letto e scopre che...02
  • Lui russa troppo forte, lei lo butta giù dal letto e scopre che...03

LONDRA – Russava talmente forte da impedirle di dormire. Per questo Lisa Lee, mamma e moglie di 25 anni, ha letteralmente scaraventato suo marito giù dal letto salvo poi scoprire che c’era qualcosa che non andava. Le è bastato allungare la mano per sentire le lenzuola bagnate e balzare immediatamente in piedi: il marito era a terra, paonazzo e non respirava più. Lewis Little non stava russando, stava morendo accanto a lei e quel fastidioso rantolo era il suo ultimo respiro.

La povera donna ha immediatamente chiamato i soccorsi: “Ho chiamato l’ambulanza – ha raccontato al Daily Mail – mi è sembrato ci mettesse un’eternità”. Ma all’arrivo dei paramedici per l’uomo non c’era più nulla da fare. Lo hanno dichiarato morto solo dopo la corsa disperata all’ospedale. Secondo quanto riportato dalla moglie, che piange ora la sua anima gemella nonché il padre di suo figlio, Lewis era affetto da una particolare condizione cardiaca chiamata sindrome di Brugata. Si tratta di un’anomalia funzionale su base genetica, che può comportare improvvise aritmie.

I medici avevano detto che si trattava di un caso a basso rischio e comunque trattabile in caso di insorgenza, ma per Lewis Little è stata fatale. La donna ora ha lanciato una petizione in cui chiede che a chi soffre di tale sindrome venga impiantato un defibrillatore: è convinta che se Lewis ne avesse avuto uno, oggi sarebbe ancora vivo.

 

To Top