Blitz quotidiano
powered by aruba

Maddie McCann, non è lei la senzatetto di Roma: si chiama Embla ed è autistica

ROMA – Bionda, capelli arruffati, occhi celesti, parlava inglese. Sembrava proprio lei, per alcuni giorni la famiglia McCann ha sperato: quella giovane senzatetto avvistata per le strade di Roma somigliava incredibilmente alla loro piccola Maddie, scomparsa durante una vacanza in Portogallo nel 2007 quando aveva 9 anni. Ma è stata l’ennesima delusione: la ragazza è stata identificata, si chiama Embla Jauhojärvi, ha 21 anni e viene dalla Svezia. E’ affetta da sindrome di Asperger, una particolare forma di autismo e si trovava in Italia per studiare l’Italiano.

A riconoscerla sui giornali di mezzo mondo è stato il padre che si è subito messo in contatto con la polizia: “È mia figlia“, ha detto l’uomo raccontando che sei mesi fa si era trasferita nella capitale italiana per un corso di lingua. Da mesi la cercava, ma la polizia svedese gli aveva risposto che la sua scomparsa non era passibile di denuncia dal momento che la ragazza è maggiorenne.

“È sparita da maggio – ha spiegato Tahvo Jauhojärvi – Sapevo solo che sarebbe andata in Italia. Ho cercato di farmi aiutare dalla polizia svedese ma nulla. Voglio che torni a casa”, ha aggiunto l’uomo che ha già fatto le valigie.

Una bella notizia a Stoccolma e una meno buona in Inghilterra. Del resto c’erano diverse incongruenze che presagivano il deludente epilogo: Maddie oggi avrebbe 13 anni, mentre Maria, come aveva detto di chiamarsi la giovane svedese, è evidentemente maggiorenne. Anche il colore degli occhi non combaciava perfettamente: Maddie li ha molto particolari, azzurri con una macchiolina castana in quello destro. Embla li ha invece regolari.

Immagine 1 di 9
  • Maddie McCann: c'è una pista ancora, poi indagini chiuse
  • Kate e Gerry McCann
Immagine 1 di 9