Blitz quotidiano
powered by aruba

Madre e figlia sterminano il resto della famiglia con antigelo: “Volevamo restare sole”

SAINT LOUIS (MISSOURI, USA) – Madre e figlia uccidono marito e fratello con l’antigelo. “Volevamo restare sole”, dicono poi agli inquirenti.

Rachel Staudte, 25 anni, e Diane Staudte, del Missouri, negli Stati Uniti, sono state condannate per aver sterminato la loro famiglia. Le due avrebbero prima ucciso il padre di Rachel e marito di Diane, Mark Staudte, 61 anni, e il loro fratello e figlio, Shaun Staudte, di 26 anni, e poi di aver tentato di fare lo stesso con l’altra figlia, Sarah, 27 anni, che però è sopravvissuta all’avvelenamento ma ha riportato danni cerebrali permanenti.

Gli omicidi sono stati commessi nel 2012, ma le condanne definitive sono arrivate solo oggi. In un primo tempo, infatti, si credette che le morti dei due uomini e l‘avvelenamento della ragazza fossero stati causati da un misterioso virus. Gli inquirenti non avevano capito che la causa era il veleno messo nel bicchiere dei familiari dalle due donne.

Le due hanno sempre avuto un legame molto intenso, ma nessuno si sarebbe mai potuto aspettare che avrebbero ordito un simile sterminio, per di più al solo scopo di vivere da sole.

A destare i primi sospetti è stato il terzo avvelenamento, che ha portato a delle indagini più approfondite: e alla fine è emersa la tragica verità. Una volta arrestate, le donne hanno ammesso le loro colpe. E sono state condannate all’ergastolo. 


PER SAPERNE DI PIU'