Blitz quotidiano
powered by aruba

Magia nera durante partita: stregone arrestato allo stadio

RIYAD (ARABIA SAUDITA) – Secondo quanto riportano il sito internet emirates247.com e il quotidiano Al-Riyadh in Arabia Saudita uno stregone è stato arrestato sabato scorso con l’accusa di aver fatto un incantesimo durante la gara di Saudi Professional League tra Al Nasr e Al Fath.

Le forze dell’ordine hanno fermato l’uomo di origine sudanese al Prince Abdullah bin Jalawi Stadium mentre stava cercando di raggiungere il manto erboso e gli hanno trovato addosso amuleti di magia nera. La notizia è diventata virale sui social perché l’Al Nasr è stato accusato dai tifosi dell’Al Fath di aver fatto emergere l’episodio come scusa per la sconfitta 2-1. Chissà cosa voleva fare lo stregone, quale tipo di rituale o di incantesimo per condizionare la partita.

Non è la prima volta che calcio e magia nera vengono accostati. Mondiale 2014 in Brasile, il Ghana è nello stesso girone del Portogallo di Cristiano Ronaldo. CR7 non è in perfette condizioni fisiche, l’infiammazione del tendine rotuleo non gli dà tregua, lo rende sofferente e ne limita il potenziale. I tabloid si scatenano e raccolgono la testimonianza dello stregone ghanese, Nana Kwaku Bonsam. “Conosco bene la sofferenza di Cristiano Ronaldo – ammise a The Guardian – ho diretto i miei influssi su di lui da tempo. Sono andato in giro alla ricerca di 4 cani che mi hanno aiutato nella produzione di uno spirito speciale chiamato Kahwiri Kapam. Non ci sarà modo per lui di tornare in piena salute”.


TAG: