Blitz quotidiano
powered by aruba

Mamma posta foto divertente figlia in bagno. Ma dietro scatto…

WASHINGTON – Voleva fare felice il suo marito e sorprenderlo con uno scatto della loro bimba intenta a fare acrobazie in bilico sulla tavoletta del gabinetto. La bimba di 3 anni è in piedi sulla tazza e guarda in giù. Con una mano, per non perdere l’equilibrio, si appoggia al muro. La foto dolcissima viene poi postata su Facebook. Ma questo scatto di Stacey Wehrman Feeley, del Michigan, non è lo lo scatto innocente che sembra. C’è qualcosa di drammatico dietro questa foto.

La mamma della bimba credeva che quello della bimba fosse un gioco, ma, quando le chiede cosa stia facendo, la risposta della bimba la lascia senza parole.

‘’Ho scattato questa foto perché, all’inizio, sbagliandomi, pensavo fosse una cosa divertente – ha detto Stacey al Sun – volevo mandarla a mio marito per mostrargli quanto birichina fosse la nostra piccola. Ma, nel momento in cui mia figlia mi ha confessato cosa stesse facendo sono rimasta allibita’’.

‘’Sto facendo un’esercitazione anti-violenza, all’asilo le facciamo sempre. Ci insegnano cosa fare qualora rimanessimo chiusi nel bagno’’, risponde la bimba.

In quel momento la mamma si rende conto che quello della sua bimba non è un gioco ma un modo per difendersi da qualche uomo armato e violento qualora esso entri all’asilo.

E la sua rabbia diventa incontenibile: ‘’Politici, leggete qui: l’innocenza dei nostri bimbi è svanita. Già sanno come difendersi da un uomo armato. Rendetevi conto che questi bimbi vivranno le loro vite e cresceranno in base alle vostre decisioni”.

Questa mamma, naturalmente, si riferisce al pos delle armi che, in America è praticamente normale. Chiede, con questo suo post, non tanto di eliminare completamente il pos delle armi, visto che non sarebbe possibile, ma, almeno di controllarlo.

“Con queste parole non pretendo di avere tutte le riposte che cerco ma spero almeno di aver aperto gli occhi a qualcuno. Se la pensate come me, condividete #dosomething #prayfororlando #wecandobetter”.