Blitz quotidiano
powered by aruba

Mangia noccioline a lavoro, va in shock anafilattico: licenziata

ROMA – Ha avuto uno shock anafilattico a lavoro, mentre era in pausa pranzo. Ma il suo capo non l’ha presa bene: l’ha licenziata in tronco (sic!) A raccontare l’incredibile storia a Buzzfeed è la stessa protagonista, Danielle Duperreault, che lavorava come commessa in un negozio di abbigliamento a Saskatoon, in Canada.

Alcuni giorni fa Danielle si trovava a lavoro, quando ha deciso di fare una pausa con una manciata di noccioline. Non poteva immaginare che quello spuntino si sarebbe rivelato quasi fatale procurandole una grave reazione allergica. “In pochi minuti – racconta – la mia lingua ha cominciato ad andare a fuoco, ho iniziato ad avvertire un fortissimo prurito su tutto il corpo e mi sono resa conto che stavo andando in choc anafilattico”.

E’ stato il tempestivo intervento delle sue colleghe che l’ha salvata da conseguenze ben peggiori: vedendola stare male, hanno subito chiamato i soccorsi. Ma quando Danielle è arrivata in ospedale le è arrivato un sms. Era il suo capo che le ha dato il ben servito:”Ho cambiato i tuoi turni per il resto della settimana e, purtroppo, non potrai lavorare da noi. Ti auguro tutto il meglio“.

La giovane sconvolta ha deciso di condividere sulla sua pagina Facebook la sua storia. “Non è questo il comportamento – ha concluso la ragazza – che un datore di lavoro dovrebbe avere nei confronti di un proprio dipendente. Io avrei potuto morire e lui pensava al modo di lasciarmi a casa”.

Immagine 1 di 2
  • Mangia noccioline a lavoro, va in shock anafilattico: licenziata02
Immagine 1 di 2