Cronaca Mondo

Mark Salling di Glee confessa: “Colpevole, mie le foto dei bimbi”

Mark-Salling-Glee-colpevole

Mark Salling di Glee confessa: “Colpevole, mie le foto dei bimbi”

LOS ANGELES – “Sono colpevole, erano mie le foto dei bambini”. La confessione choc è di Mark Salling, l’attore noto al grande pubblico per il suo ruolo nella serie tv Glee. Salling, che nel celebre show interpretava Noah Puckerman, si è dichiarato colpevole al processo che lo vedeva imputato per possesso di materiale pedop0rn0grafico.

Era stato arrestato a dicembre 2015, dopo una perquisizione nella sua casa avvenuta a seguito di una denuncia della sua fidanzata: all’interno del suo pc erano stati trovati oltre 50 mila immagini e video con bambini.

A giugno scorso si era dichiarato non colpevole dinanzi alla corte. Ora l’attore ha ammesso le sue responsabilità per evitare una condanna che poteva arrivare anche fino a 20 anni di carcere. “Mi dichiaro colpevole perché sono colpevole delle accuse e perché desidero sfruttare le promesse previste in questo accordo, e per nessun altro motivo”, avrebbe detto, ottenendo così uno sconto di pena.

Ora rischia dai 4 ai 7 anni di carcere. Ma il suo nome finirà nella lista dei “sex offender”. Anche una volta pagato il suo debito con la giustizia dovrà sottostare altri 20 anni a rigidi controlli. Gli sarà assegnato un supervisore e non potrà avere contatti con minorenni, se non in presenza dei genitori o di un tutore legale.

Dovrà inoltre tenersi alla larga da scuole parchi e altri luoghi dedicati ai bambini, ad almeno 100 metri di distanza. Dovrà inoltre versare 50mila dollari di risarcimento a ciascuna vittima ed entrare in un programma di riabilitazione.

 

To Top