Cronaca Mondo

Medico accusato di molestie. La difesa: “Troppo obeso per avere erezioni”

Medico accusato di molestie. La difesa: "Troppo obeso per avere erezioni"

Medico accusato di molestie. La difesa: “Troppo obeso per avere erezioni”

TORONTO – Troppo obeso per poter molestare sessualmente le pazienti, è la difesa di Andrew Rodion Kunynetz, un dermatologo che in Ontario è stato accusato di cattiva condotta professionale. Kunynetz, ha sostenuto che a causa dell’obesità non può avere erezioni o premere il pene sulle pazienti ma due donne hanno dichiarato che nel corso di una visita alle gambe, il dermatologo premeva i suoi genitali sui loro arti inferiori.

Il medico ha affermato che a causa dell’obesità, ha una piega di grasso addominale che copre parte o tutti i genitali, ed è impossibile abbiano toccato le pazienti. La commissione disciplinare College of Physicians e Surgeons dell’Ontario ha rilevato che le accuse riguardanti il contatto con i genitali non potevano essere provate ma c’è stato un contatto con l’addome del dermatologo non accompagnato da alcuna forma di avvertimento, scusa o giustificazione.

E’ emerso che Kunynetz aveva abusato sessualmente di un’altra paziente, messo le mani nel reggiseno e accarezzato il seno ma si è difeso affermando di voler esplorare per individuare un’eventuale malattia; la commissione, nella cartella clinica della donna, non ha trovato alcuna giustificazione all’esame del seno.

Il comitato ha ritenuto Kunynetz colpevole di condotta vergognosa, disonesta o non professionale per aver spostato o rimosso l’abbigliamento di due pazienti senza “adeguato preavviso o spiegazione”. Sidney Rodomski, per la difesa, ha proceduto a un esame per valutare se fosse fisicamente possibile, per il dermatologo, premere i genitali sulle pazienti e ha concluso che con o senza erezione, non lo era.

Gerald Brock, ha esaminato Kunynetz per la commissione disciplinare e ha testimoniato, attraverso una simulazione, che era in grado di sentire il pene del medico. La commissione ha concluso che “non era possibile determinare le accuse ma, da parte del dermatologo, non aver avvertito le pazienti del contatto o chiesto scusa se si è verificato in modo accidentale, rappresenta un “livello inaccettabile di insensibilità”.

To Top