Cronaca Mondo

Migranti, strage di bambini nel canale di Sicilia: naufragio fa 34 morti

Migranti, naufragio nel canale di Sicilia: 31 morti, salvati in centinaia

Migranti, naufragio nel canale di Sicilia: 31 morti, salvati in centinaia

PALERMO – Nuovo naufragio di migranti nel canale di Sicilia. Almeno 34 persone sono morte in mare, nel Mediterraneo centrale, al largo del porto libico di Zuara. Tra di loro ci sono molti bambini. Centinaia i migranti tratti in salvo dalla Guardia Costiera italiana.

Il barcone che si è capovolto in acqua, non si sa se per un’onda o per lo spostamento di persone a bordo, trasportava circa 500 persone. Oltre duecento di loro sono finiti in acqua.

La Guardia costiera italiana è attualmente impegnata in 15 operazioni di soccorso che coinvolgono complessivamente 1.700 migranti. All’intervento di soccorso partecipano la nave Fiorillo della Guardia costiera, un’unità della ong Moas (coinvolta nelle recenti polemiche sulle ong nel Mediterraneo) e un rimorchiatore.

Nell’area sono state indirizzate altre unità per partecipare ai soccorsi e cercare eventuali dispersi. Trenta dei 31 cadaveri sono stati trasferiti a bordo di nave Fenix, uno su nave Fiorillo. Nella zona proseguono le ricerche.

I cadaveri sono stati trasferiti a bordo della nave Fenix, uno sulla nave Fiorillo. Nella zona proseguono le ricerche. In tutta l’area del Mediterraneo centrale, dove oggi, per le favorevoli condizioni meteorologiche, si registra un “traffico” intenso di imbarcazioni dirette verso l’Italia, la Guardia costiera, che sta coordinando tutte le operazioni di soccorso, sta impiegando 14 navi: quattro (un pattugliatore e tre motovedette) sono della stessa Guardia costiera.

 

 

To Top