Blitz quotidiano
powered by aruba

Migranti, nuovo naufragio: recuperati 45 cadaveri

TRAPANI – Ennesimo naufragio di un barcone di migranti nel Canale di Sicilia, il terzo in tre giorni. Almeno quarantacinque cadaveri sono stati recuperati dai soccorritori che hanno assistito un barcone stracarico di migranti semiaffondato durante la traversata verso l’Italia. Vi sarebbero decine di dispersi, forse uma il loro numero non è al momento quantificabile.

Sul posto la nave Vega della Marina militare che ha già salvato 135 persone e che sta proseguendo l’intervento. Anche altre unità sono presenti in zona e stanno fornendo assistenza.

Come spiega Alessandra Ziniti su la Repubblica, il barcone è stato affiancato dalla nave Vega della Marina quando si trovava a 35 miglia dalle coste della Libia. Centotrenta persone, tra uomini, donne e anche alcuni bambini, sono stati tratti in salvo, ma in fondo al barcone c’erano i corpi di altri migranti e, stando alle prime testimonianze, altre decine di persone sarebbero cadute in mare e annegate quando il natante ha cominciato ad imbarcare acqua e si è piegato su un fianco.

Solo oggi la Marina Militare e la Guardia Costiera hanno portato a termine diciassette operazioni di salvataggio, salvando oltre duemila persone. Nei tre naufragi di questi ultimi tre giorni sono già oltre duecento le presunte vittime, quindicimila i migranti salvati in cinque giorni. E per sabato 28 maggio si attende l’arrivo a Catania di un rimorchiatore con 890 migranti, un centinaio dei quali sono donne e minori.

 

 

 

 

 


PER SAPERNE DI PIU'