Blitz quotidiano
powered by aruba

Miliardario uccide guardiano: Apre cancello troppo lento

NEW DELHI – Il miliardario indiano, Muhammad Nisham, ha ucciso il guardiano della sua villa perché era stato troppo lento ad aprirgli il cancello. Per questo rischia ora la pena di morte. Vittima il 50enne Chandarabose, custode della lussuosa tenuta.

Il surreale omicidio si svolge in India, nello stato meridionale del Kerala. Il miliardario stava rientrando a casa alla guida del suo hummer quando si è innervosito per l’eccessiva attesa all’ingresso. In uno scatto d’ira ha dato gas all’acceleratore e ha investito il guardiano, schiacciandolo contro il muro. Poi è sceso dall’auto e lo ha finito a sprangate con una sbarra di ferro. L’uomo è stato poi soccorso e trasportato d’urgenza in ospedale ma non ce l’ha fatta a causa delle ferite multiple riportate.

Nisham è un personaggio molto conosciuto in India e non solo per il suo successo negli affari: ha costruito la sua fortuna con le bidi, le tradizionali sigarette indiane, ma è anche proprietario di svariati el e gioiellerie nel Medio Oriente. E’ noto anche per la sua passione per le macchine di lusso: nel suo garage è parcheggiata un’intera flotta di Bentley, Rolls-Royce, Aston Martin, Road Ranger, Ferrari e Jaguar.

Ma è stato spesso protagonista delle pagine di cronaca per le sue scelleratezze: nel 2013 era stato denunciato per aver fatto guidare la sua Ferrari al figlio di appena 9 anni, con tanto di video postato su YouTube. Mentre in un’altra occasione aveva rinchiuso nella sua auto una poliziotta che stava semplicemente eseguendo un’ispezione di routine.

Fu arrestato e poi rilasciato su cauzione: tutt’ora è in attesa di processo. Ma questa volta è difficile che i soldi e le amicizie influenti riescano a salvarlo. Per lui il procuratore Udaya Bhanu ha chiesto la pena di morte.

 


TAG: