Blitz quotidiano
powered by aruba

Mnombo Madyibi, detto Anaconda, spaventa la moglie vergine e lei…

PRETORIA – Una sposa vergine ha martoriato il marito in luna di miele dopo aver visto il suo pene per la prima volta. Non a caso Mnombo Madyibi, 32 anni, era soprannominato Anaconda dagli amici. Il viaggio di nozze per lui si è concluso con la testa fasciata dopo aver finalmente provato a consumare con la neo moglie.

La moglie senza nome ha descritto il pene del marito come un “peloso, spaventoso cetriolo” ed è stato soprannominato Anaconda dopo che i suoi compagni di squadra di calcio lo hanno visto negli spogliatoi.

“Tutto andava bene e si è divertita durante i preliminari”, ha detto Madyibi al Daily Star. “Ma si è scatenato l’inferno nel momento in cui mi sono tolto le mutande”.

Dopo il petting, la moglie ha reagito con orrore, gli ha morso un orecchio e ha stretto le sue parti intime: “Mi ha rovesciato una bottiglia di vino prima di tentare di soffocarmi con un orsacchiotto bianco e rosso che le avevo comprato come regalo”.

Le urla avevano svegliato gli altri ospiti dell’albergo di Coffee Bay, in Sud Africa. “Penso che si sia arrabbiata perché mi potevo permettere solo una luna di miele più economica al posto di quello che lei desiderava a Zanzibar“.

Sua moglie ha minimizzato la violenza, dicendo: “Gli ho dato solo uno schiaffo sulla guancia”


TAG: