Blitz quotidiano
powered by aruba

Momenti imbarazzanti: lui dice ti amo, lei nella borsa ha…

TORONTO – Momenti imbarazzanti per una giovane e bella ragazza seduta nel salotto del suo corteggiatore mentre nella borsetta aveva nascosto la popò che non era riuscita a scaricare nel bagno. Lui le diceva “come sei bella” e lei pensava al pacchetto di cacca nella borsetta.

La storia potrebbe essere inventata, ma il sito che l’ha diffusa, Tmz, è un giornale molto informato che solitamente si occupa con grande precisione di divi del cinema, della musica e della tv.

La ragazza, molto bella, di nome Makela, ha rivelato come è finita con la sua popò nella sua borsa in una serie di tweet che hanno attirato l’attenzione su internet da parte degli uomini.

Makela, da Toronto, Canada, ha detto al sito americano di gossip e notizie TMZ che è stata inondata di potenziali pretendenti quando la sua storia è diventata virale.

Makela, che twitta con il nickname @_blotty , pubblica immagini piuttosto osé e dettagliate di se stessa, quando è andata in bagno nella casa della persona con cui si era incontrata e quando il water non scaricava, è stata costretta ad adottare misure estreme.

Nella serie di tweet, che sono stati retwittati migliaia di volte, Makela ha rivelato che in preda al panico, ha raggiunto il bagno, ha ripescato i suoi escrementi e li ha avvolti nella carta. Prima di metterli in borsa aveva anche preso in considerazione l’idea di buttarli dalla finestra.

Secondo TMZ le è valso decine di nuovi ammiratori.  Makela inizia: “Ho una storia da raccontare. Si tratta della mia cacca. Ieri sono andata ad un appuntamento con un uomo che giorni fa nel negozio di alimentati mi aveva chiesto di uscire. Tutto è andato bene. Sono una donna fiduciosa, calma e sicura di me, così mi sono sentita a mio agio mentre facevo la cacca nel suo bagno. Ma questo è stato un errore. Il suo water non funzionava correttamente. Così, come ogni donna fiduciosa, calma, sicura di sé, sono entrata in panico. E ho scaricato un milione di volte, il che era ancora peggio”.

Si è resa conto che era stata in bagno troppo a lungo ed è diventata “agitatissima”.

Ha scritto:

“C’era solo un unico pezzo di cacca. Quindi, in quel momento, mi è venuta un’idea. Sapevo esattamente quello che dovevo fare. Ho preso la carta igienica e tolto quella cacca dal water. Una volta che è stato fatto, mi sono resa conto che non avevo un piano. Cosa ci faccio ora? Non posso lasciarla lì. A quel punto stato davvero andando fuori di testa, perché ero stata dentro il bagno troppo a lungo”.

La situazione è precipitata quando ha preso un’ altra “decisione orribile”.

“Ho fatto l’unica cosa che mi veniva in mente di fare. Ho avvolto in diversi strati di carta igienica la cacca e l’ho messa nella mia borsa”.

Poi è riuscita a comportarsi normalmente, nonostante la bizzarra situazione. Ha scritto: “Va bene e adesso? Siamo seduti lì sul suo divano e tutto quello che posso pensare è il pezzo di cacca nella mia borsa”.
Lui le ha detto che era “così bella. Nel momento in cui mi sorriso, mi ha avuto”.

E anche se è riuscita a rispondere al suo complimento, ha detto che stava pensando: “Ho un pezzo di cacca nella mia borsa”.

Makela poi chiamato i rinforzi e mandato un sms a sua sorella per un consiglio sul da farsi: “Sto seduta nella sua casa con un pezzo di cacca nella mia borsa”. La sorella Tina ha risposto: “Fai qualcosa, vai fuori e fingi che vuoi fumare”.

Makela aveva detto che c’era un solo bagno ma poteva forse “buttarla fuori” dalla finestra del bagno. Ha detto alla sorella: “Lui è innamorato di me, ma non riesco a guardarlo in faccia.” Quando poche ore più tardi l’uomo ha usato il bagno ha sentito che lo scarico funzionava.

Lei twitta:

“Ho pensato che fosse risolto. Forse no, ma devo correre il rischio. Devo cercare di scaricare la cacca. Così ho portato la mia borsa nella toilette. Scartato la cacca, pregato ogni dio che conosco, metterla nel water e scaricare. Ha funzionato. La cacca era scomparsa. Tutto stava per essere OK. Sono sopravvissuta, io sono una sopravvissuta”.

Ha continuato:

“Ecco la mia storia. Un uomo era seduto lì a dirmi che sono la donna più straordinaria che avesse mai incontrato, non sapendo che a pochi metri di distanza nella mia borsa, c’era la mia cacca ripescata dal suo water”.

Ha dato i consigli per aiutare altri a evitare la sua situazione. Makela ha detto: “Meglio non bere caffè prima di un appuntamento, è meglio essere assonnati che nascondere la cacca nella borsa”.

Dal momento in cui ha scritto la sua storia il lunedì, i tweets hanno avuto più di 1.000 retweet ciascuno.
E molte persone hanno commentato la situazione di Makela. Sophia Benoit ha scritto: “Mi sono preoccupata per questa storia più di qualsiasi altra recente”. Mentre @Surferemoji ha risposto:”Sei una eroina”.

Immagine 1 di 3
  • Momenti imbarazzanti: lui dice ti amo, lei nella borsa ha... 4
Immagine 1 di 3

PER SAPERNE DI PIU'