Blitz quotidiano
powered by aruba

Navi scomparse nel Mar di Giava: depredate o distrutte?

JAKARTA – Il mistero delle navi fantasma nel Mar di Giava. Tre navi britanniche, tre olandesi ed un sottomarino americano risalenti alla battaglia di Giava del 1942 sono sparite dai fondali indonesiani su cui poggiavano da decenni. Le imbarcazioni erano state ritrovate nel 2002 da alcuni subacquei amatoriali.

Lo scontro in cui le sei navi affondarono vide contrapposti ai giapponesi uno schieramento fatto da americani, olandesi, inglesi e australiani, e portò alla perdita del controllo da parte europea e americana dell’Indonesia.

In occasione del settantacinquesimo anniversario di quella battaglia i Paesi coinvolti avevano organizzato una spedizione per riportare alla luce i relitti affondati. Ma al posto delle sei navi e del sottomarino sott’acqua c’era solo sabbia, con i solchi dei luoghi in cui le navi erano state.

Sul caso è stata subito aperta un’inchiesta internazionale, dal momento che la profanazione di resti di guerra risponde alle leggi internazionali. Ma come hanno fatto a sparire sei navi da combattimento adagiate sul fondo marino a settanta metri di profondità? Secondo il quotidiano britannico The Guardian le imbarcazioni sarebbero state distrutte. A dimostrarlo sono le immagini tridimensionali del fondale pubblicate dal giornale.

 

Il ministro della Difesa britannico, Michael Fallon, ha chiesto alle autorità indonesiane di indagare sull’accaduto: “Molte vite sono state perse in quella battaglia, vorremmo una gestione appropriata e rispettosa dei nostri relitti” ha affermato. “Fa parte della politica del governo britannico far sì che ai nostri resti militari sia offerta una adeguata protezione”.


PER SAPERNE DI PIU'