Blitz quotidiano
powered by aruba

Nba, Jrue Holiday: “Mia moglie ha un tumore al cervello, mi prendo una pausa”

LOS ANGELES – Aspettano un figlio. E pochi mesi dopo scoprono che la futura mamma ha un tumore al cervello. La storia di Jrue Holiday, 26 anni, giocatore di basket con i Pelicans a New Orleans, e della moglie Lauren Cheney, ex calciatrice della nazionale Usa campionessa olimpica, si è trasformata da sogno in incubo in poche settimane. E adesso Jrue ha preso la decisione più naturale: ha deciso di lasciare momentaneamente il basket per stare vicino alla sua compagna. 

 

“Il basket è importante ma la famiglia, ovviamente, viene prima di tutto”, ha spiegato. Quindi,  d’accordo con il club “che ha mostrato massima disponibilità e comprensione”, ha deciso di prendersi “un periodo indefinito di aspettativa. Continuerò ad allenarmi per conto mio, sperando di tornare il più presto possibile. Cioè quando Lauren e la bambina staranno bene e noi saremo di nuovo una famiglia felice”.

Lui e Lauren si sono conosciuti ai tempi dell’università, a Los Angeles. Nel 2013 decidono di sposarsi. Un anno fa Lauren decide di lasciare il calcio per avere un figlio, e la piccola arriva. Ma durante la gravidanza, al quinto mese, la giovane futura mamma si sente male: ha continuamente mal di testa. Decide di sottoporsi ad una risonanza magnetica, e l’esito è il peggiore: tumore al cervello.

L’unico lato positivo è che il cancro è operabile. Lauren verrà fatta partorire il prima possibile, probabilmente a fine settembre, e poi verrà sottoposta ad un intervento chirurgico e alla chemioterapia.

In attesa di tutto questo, insieme a lei ci sarà Jrue, che per starle vicino ha messo tutto la carriera da parte. “Il basket è importante ma la famiglia, ovviamente, viene prima di tutto”.

 

 


TAG: , ,