Cronaca Mondo

Nepal. Tre alpinisti morti durante scalata Everest, uno disperso

L' Everest

L’ Everest

NEPAL, KATHMANDU – Tre alpinisti morti e uno disperso in un tragico fine settimana sull’Everest, secondo quanto annunciato dalle autorita’ locali e dagli organizzatori delle spedizioni.

All’americano Roland Yearwood, 50 anni,  e all’indiano Ravi Kumar, disperso, dei quali si aveva avuto notizia domenica, si aggiungono altre due vittime: lo slovacco Vladimir Strba, 50 anni, e l’australiano Francesco Enrico Marchetti, 54 anni.

La morte di Strba e’ stata comunicata da un funzionario del ministero del Turismo del Nepal. Il suo corpo e’ stato portato al campo base 4 nel South Col, tra l’Everest e il Lhotse. Marchetti, originario del Queensland, e’ morto invece nel versante cinese dell’Everest, secondo il quotidiano Himalayan Times. Sono cosi’ complessivamente 5 gli alpinisti morti, piu’ uno disperso, in questa stagione primaverile di scalate cominciata in marzo.

Il ministero del turismo del Nepal ha rilasciato per quest’anno un numero record di 371 permessi per scalare l’Everest. Ogni permesso costa normalmente 11.000 dollari

To Top