Blitz quotidiano
powered by aruba

New York dichiara guerra ad Airbnb: sanzioni fino 7500 dollari a chi affitta

NEW YORK – Lo Stato di New York ha dichiarato guerra ad Airbnb annunciando che per coloro che affittano le proprie case sul sito sono previste multe fino a 7500 dollari. Una norma che è stata promossa a legge dal governatore di New York, Andrew Cuomo, e che ha fatto infuriare Airbnb, che dichiara le nuove norme incostituzionali e a favore degli alberghi e annuncia un’azione legale.

Airbnb e New York arrivano così allo scontro finale. Il governatore Cuomo ha firmato una legge che mette fine all’affitto di case e stanze attraverso il popolare sito a New York, imponendo una multa da 7.500 dollari a chi pubblicizzerà l’affitto della propria casa sul sito. Il colosso dell’immobiliare è corso ai ripari e ha tentato di dissuadere Cuomo dal ratificare la legge, offrendosi di imporre un sistema di registrazione per chi a New York vuole affittare casa o stanze.

L’apertura del sito per affitti a breve termine però non ha convinto il governatore, tanto che Cuomo e il suo staff non l’hanno ritenuto sufficiente e così il 21 ottobre la legge è stata firmata. Una norma che ha fatto infuriare Airbnb, tanto che ha annunciato che farà causa allo Stato di New York e accusa la legge di favorire gli alberghi.