Blitz quotidiano
powered by aruba

Nicola Rauseo trovato morto a Phuket, in Thailandia

PHUKET – Un ristoratore campano, Nicola Rauseo, è stato trovato morto a Phuket, in Thailandia. Originario della provincia di Avellino, Rauseo gestiva lì un albergo.

Spiega Mauro Evangelisti sul Messaggero:

L’italiano, proprietario di un el, è stato trovato morto nella sua stanza. Ancora non sono state individuate le cause del decesso, però sul corpo non c’erano segni di lotta e ferite. Sul tavolo, secondo quanto raccontato dalla polizia thailandese, sono stati trovati dei fogli scritti a mano in italiano e in inglese, ma non è stato chiarito se fossero in qualche modo collegabili alla morte dell’italiano.

Sulla sua pagina Facebook si presentava come consulente del lavoro e scherzosamente, in una foto scattata in aeroporto, salutava l’Italia per iniziare il suo nuovo viaggio in Thailandia, un paese dove molti connazionali hanno deciso di trasferirsi per ricostruirsi una vita. Ha un fratello consulente di una multinazionale della telefonia, il padre era il presidente dei dottori commercialisti di Avellino alcuni anni fa. Rauseo non aveva però voluto intraprendere la carriera del genitore.

Aggiunge Irpinia News:

L’uomo non presenterebbe segni di violenza o colluttazione. Sul fianco dell’uomo, un foglio A4 con alcuni appunti lasciati da Rauseo, in italiano e inglese.

La polizia locale ha interrogato un minore di 15 anni, un collaboratore dell’albergo (in un primo momento identificato con la figlia della compagna, ndr), che avrebbe visto l’uomo per ultimo intorno alle ore 20,30 di venerdì.

“Non si andrà avanti con le indagini, riferiscono fonti di polizia locale, fino a quanto non avremo i risultati dell’autopsia o ci sarà richiesta dai parenti più prossimi in Italia”.