Cronaca Mondo

Nord Corea, così gli Stati Uniti spieranno Kim Jong-un

Nord Corea, così gli Stati Uniti spieranno Kim Jong-un

Nord Corea, così gli Stati Uniti spieranno Kim Jong-un

PYONGYANG – La United States Forces Korea (USFK), commando americano nel Pacifico, ha annunciato che a ottobre spedirà un’intera unità di intelligence nella parte Nord della Corea.

A riferire la strategia degli Usa è stato il quotidiano coreano Chosun Ilbo, che riporta inoltre i preparativi da parte del governo americano per formare una speciale unità di intelligence dedicata a quella nordcoreana. La Cia avrebbe già selezionato le risorse dal gruppo di Intelligence nazionale e dal Consiglio di sicurezza, a gestire i dati raccolti dalla nuova unità USFK. La data di inizio del progetto corrisponderà all’inizio dell’anno fiscale 2018 e l’unita sarà probabilmente chiamata “524esimo battaglione dell’Intelligence Military (MI)”.

Il battaglione opererà come sforzo congiunto tra il Comando delle Forze Combinate degli Stati Uniti in Sud Corea e le U.S. Forces Korea, con la missione di reclutare “human intelligence” e impegnarsi in operazioni di spionaggio contro la Corea del Nord.

Si prevede che l’USFK, comandato dal generale Vincent K Brooks, si infiltrerà nella parte nord (dove sono già posizionati degli informatori) attraverso il confine con il sud. “L’USFK gestisce un enorme arsenale di armi e attrezzature atte a monitorare e spiare la Corea del Nord, ma la sua capacità di intelligence umana è stata relativamente debole, rendendo difficile raccogliere e analizzare informazioni precise su quella parte di Paese”, ha dichiarato un funzionario del governo sudcoreano.

Ad aprile, la rappresentante democratica statunitense Stephanie Murphy, ha presentato un progetto di legge che avrebbe autorizzato l’integrazione di organismi che gestiscono l’intelligence nordcoreana, consentendo all’ US Director of National Intelligence la creazione di una “cellula integrata” che controlli le attività illecite della Corea del Nord e raccolga informazioni sull’effettiva adesione da parte del Nord alle risoluzioni del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite. La cellula sarebbe in grado di informare gli Usa delle operazioni nucleari e missilistiche nordcoreane e altre attività che potrebbero violare le direttive delle Nazioni Unite.

To Top