Cronaca Mondo

Nord Corea, test nucleari finanziati con la vendita di liquori di contrabbando ai musulmani

Nord Corea, test nucleari finanziati con la vendita di liquori di contrabbando ai musulmani

Nord Corea, test nucleari finanziati con la vendita di liquori di contrabbando ai musulmani

PYONGYANG – A finanziare le armi nucleari di Kim Jong-un, sarebbe anche la vendita di liquori di contrabbando. I nord coreani che lavorano nei Paesi musulmani, vendono un super alcolico ad altri lavoratori e Kim Jong-un rastrella i profitti, che ammontano a 75 milioni di dollari l’anno, un guadagno che tuttavia ora si sta esaurendo, scrive il Daily Star.

Kuwait e Qatar, infatti, stanno riducendo le forze lavoro nordcoreane. Un lavoratore indiano nel Kuwait ha detto: “I lavoratori nordcoreani sono arrabbiati poiché sono stati rispediti a casa”. La Corea del Nord, dalla metà degli anni ’90, ha inviato manodopera nei cantieri dei Paesi del Golfo, per guadagnare denaro utile al programma nucleare e per riempire il portafoglio del dittatore, osserva il Daily Star.

In Malesia, nel frattempo, Siti Aisyah, 25 anni e Doan Thi Huong, 28 anni, accusate di aver assassinato all’aeroporto di Kuala Lumpur, il fratellastro di Kim con un gas nervino, in tribunale si sono dichiarate colpevoli.

To Top