Blitz quotidiano
powered by aruba

Olimpiadi Rio, squadra australiana sgomberata per un incendio

RIO DE JANEIRO – La squadra australiana è arrivata a Rio de Janeiro e si è sistemata nel villaggio olimpico, ma poi ha dovuto sgomberare l’edificio a causa di un incendio. Almeno 60 persone tra atleti e membri dello staff tecnico hanno dovuto lasciare l’edificio per circa 20 minuti. Nuovi problemi per la squadra australiana, che all’arrivo al villaggio olimpico ha trovato fughe di gas e problemi idraulici, oltre che condizioni igieniche pessime.

Un portavoce del comitato organizzatore dei Giochi ha riferito che è stato del cartone a prendere fuoco. Appena arrivata a Rio la squadra australiana si era rifiutata di occupare l’edificio ad essa destinato lamentando fughe di gas, problemi idraulici nei bagni, cortocircuiti e sporcizia generale. Almeno una dozzina di squadre hanno evidenziato problemi per circa 400 delle 3.600 camere del villaggio olimpico.

La delegazione australiana, tra i primi a raggiungere Rio de Janeiro, avevano segnalato i problemi già al loro arrivo lo scorso 24 luglio dichiarando il villaggio olimpico inabitabile e aveva dichiarato:

“Le condizioni sono pessime, ci sono problemi dal punto di vista idraulico, elettrico e del gas. I nostri atleti, alcuni dei quali arriveranno domani, inizialmente staranno in albergo : qui nelle stanze del villaggio ci sono docce e sanitari che non funzionano e allagamenti”.

Solo mercoledì 27 luglio ha lasciato l’albergo nel quale si era trasferita, per entrare nei propri alloggi e dopo appena un paio di giorni l’incendio ha già riportato il malumore ad appena pochi giorni dall’inizio dei giochi.