Cronaca Mondo

Pakistan, ragazzino di 11 anni strangola la sorellina: lei lo aveva preso in giro

Pakistan, ragazzino di 11 anni strangola la sorellina: lei lo aveva preso in giro

Pakistan, ragazzino di 11 anni strangola la sorellina: lei lo aveva preso in giro

LAHORE – Quando la televisione è cattiva maestra: a Shalimar, vicino Lahore in Pakistan, Abdul Rehman di 11 anni, ispirato da una popolare serie tv crime indiana, ha strangolato la sorellina di 9 anni, Eman Tanvir, perché lo derideva “per la brutta calligrafia”.

Il ragazzino è stato arrestato e Hasnan Haider, sovrintendente della polizia di Shalimar, nel corso di una conferenza stampa ha affermato che ha ucciso la sorella per “gelosia”, scrive il sito Indian Express.

I bambini stavano trascorrendo le vacanze Eid (festa dopo il Ramadan) a Shalimar, a casa della nonna e mentre erano soli, si sono cimentati in una gara di scrittura. Eman ha iniziato a prendere in giro il fratello per la brutta calligrafia e nel giro di pochi secondi è esplosa la tragedia.

Abdul Rehman si è innervosito, ha stretto una sciarpa intorno al collo della sorellina e l’ha strangolata. Haider ha aggiunto che il ragazzino, nell’intento di nascondere l’omicidio, e probabilmente preso dal panico, ha bloccato la porta della stanza dall’interno e poi si è tagliato le vene.

Tornando a casa, la nonna ha trovato la porta bloccata e chiesto aiuto ai vicini ma il corpo della bambina era a terra ormai senza vita e il fratello ferito. La polizia, in una dichiarazione ha riferito che l’11enne seguiva la serie tv indiana CID (Crime Investigation Department), in cui vengono esaminati casi criminali, e proprio attraverso la trasmissione Abdul Rehman avrebbe imparato la tecnica omicida.

To Top