Blitz quotidiano
powered by aruba

Papa Francesco: “Chi va dal cartomante non è cristiano”

CITTA’ DEL VATICANO – Papa Francesco: “Chi si affida a cartomanti e veggenti non è cristiano. Il cammino è seguire Gesù”. Il tema è stato affrontato dal pontefice durante la messa mattutina di Santa Marta. Parlando della fiducia, della capacità di essere pienamente consapevoli dell’azione divina, spiega Franca Giansoldati sul quotidiano il Messaggero, papa Bergoglio ha avuto parole molto nette: “Il cammino è seguire Gesù nella vita di tutti i giorni. Dio va avanti e ci indica il cammino. Chi segue Gesù non sbaglia!”.

Per arrivare a questo il pontefice ha preso spunto dall’uso sempre più diffuso di pratiche occulte: chi si affida ai tarocchi, chi ai cartomanti, in cerca di una risposta. Papa Francesco ha riferito alcuni dei colloqui sentiti:

 

“‘Eh, Padre, sì, ma le cose sono difficili… Tante volte io non vedo chiaro cosa fare… Mi hanno detto che là c’era una veggente e sono andato là; sono andato dal cartomante per dei tarocchi e mi ha girato le carte…’ . Ecco, prosegue il Papa, se fai questo, tu non segui Gesù! Segui un altro che ti dà un’altra strada, diversa. Lui davanti indica il cammino. Non c’è un altro che possa indicare il cammino. Gesù ci ha avvisato: ‘Verranno altri che diranno: il cammino del Messia è questo, questo… Non ascoltate! Non sentire loro. Il cammino sono Io!’. Gesù è porta e anche cammino. Se seguiamo Lui non sbaglieremo”.

Un messaggio in cui appare chiaro il no ad ogni forma di occulto, anche se in passato la Chiesa non sempre è stata così contraria a certe sue manifestazioni, come l’astrologia. La stessa Divina Commedia di Dante Alighieri difficilmente poteva essere interpretata e capita sin dall’epoca in cui venne scritta senza il ricorso ad alcuni concetti astrologici diffusi. Ma le credenze diffuse oggi sono diverse, e spesso fanno finire sul lastrico chi vi presta fede.

Come ricorda Franca Giansoldati, ogni anno in Italia oltre dodici milioni e mezzo di persone diventano vittime del fenomeno dell’occulto. Secondo l’ultimo rapporto antiplagio che risale al 2011, le persone raggirate pagano circa 6 miliardi di euro agli oltre 120mila “maghi” e cartomanti. Questo fenomeno è diffuso soprattutto nelle grandi città, in particolare a Milano, Roma e Napoli.

 

In un caso su due i “maghi” vengono interpellati per questioni di cuore, in un caso su quattro per questioni economiche ed in uno su dieci per questioni di salute. E molte delle persone che si rivolgono a questi “operatori” sono giovanissimi: un milione e duecentomila sono adolescenti.

 

 


PER SAPERNE DI PIU'