Cronaca Mondo

Papà poliziotto litiga al telefono con la moglie e dimentica figlio in vasca: è morto annegato

Papà poliziotto litiga al telefono con la moglie e dimentica figlio in vasca: è morto annegato

Papà poliziotto litiga al telefono con la moglie e dimentica figlio in vasca: è morto annegato

EL PASO (TEXAS, USA) – Una telefonata tempestosa con la moglie lo ha distratto e si è dimenticato del figlioletto nella vasca da bagno. Così il piccolo Azrael Licon è morto annegato. Il papà Raymond Licon Jr, poliziotto di 27 anni, si è dimenticato di lui mentre litigava al telefono con la moglie, dalla quale si stava separando. La tragedia si è consumata lo scorso 20 luglio a El Paso, in Texas.

Intorno alle 20.30 il papà aveva deciso di fare un bagnetto al bambino. Ha aperto il rubinetto, poi il cellulare ha squillato e lui è corso a rispondere, probabilmente pensando di sbrigarsela con poche rancorose parole. Ma la discussione è stata più animata del previsto, per 45 minuti la mamma e il papà si sono scambiati urla al telefono. Quando l’acqua ha iniziato a spandersi sul pavimento dell’appartamento era ormai troppo tardi.

A quel punto il poliziotto si è ricordato di aver lasciato il piccolo di appena 11 mesi nella vasca da bagno. A nulla sono valsi i tentativi disperati di rianimarlo, né la corsa all’ospedale. Il bimbo è morto annegato. Non ha provato a giustificarsi né si è sottratto alle sue responsabilità: il papà si è quindi consegnato ai poliziotti che lo hanno arrestato. Per liberarlo è stata fissata una cauzione di 10 mila dollari. Intanto la Polizia di El Paso lo ha licenziato.

To Top