Cronaca Mondo

Pechino Sanlitun: allarme attentati per turisti occidentali

PECHINO – Allarme per tutti i turisti occidentali a Pechino. Le ambasciate americana, britannica e italiana hanno diramato un’allerta per chi si trovasse a passare il natale nella capitale della Cina. La prima è stata l’ambasciata degli Stati Uniti a Pechino ha lanciato un allarme su possibili attacchi a Natale contro occidentali nella zona di Sanlitun, uno dei quartieri più frequentati della capitale cinese. Lo si legge in un avviso sul sito dell’ambasciata in cui si sottolinea di aver ricevuto “informazioni di possibili minacce contro gli occidentali nella zona di Sanlitun di Pechino, nei giorni di Natale”. I cittadini americani “sono invitati a esercitare la vigilanza rafforzata”, mette in guardia l’avviso.

Analoghi messaggi sono comparsi nel giro di poche ore anche sul sito dell’ambasciata italiana e su quello dell’ambasciata della Gran Bretagna. Non è chiaro però perché gli occidentali dovrebbero essere attaccati.

La Stampa ricorda che

Sanlitun è stata in passato teatro di alcune aggressioni a cittadini occidentali, come avvenuto nell’agosto scorso, quando un uomo di nazionalità cinese, armato di una spada tradizionale giapponese, aveva colpito una coppia di stranieri, provocando la morte della donna. Gli attentati nella capitale cinese sono, peraltro, estremamente rari. L’ultimo episodio simile, ricondotto dalle autorità cinesi a un atto di terrorismo, risale all’ottobre 2013 quando un’auto con bordo tre persone si è schiantata contro le barriere della Città Proibita, il cuore storico della capitale cinese di fronte a piazza Tian’anmen, provocando due morti e quaranta feriti.

Intanto la polizia di Pechino ha emesso l’allerta sicurezza gialla per la sicurezza nel periodo di Natale in supermercati e centri commerciali. Lo riferisce la polizia stessa sul sito di microblogging Sina Weibo, aggiungendo che non risparmierà sforzi per garantire la sicurezza.

In conseguenza del provvedimento il 60% del personale di sicurezza nei centri commerciali e supermercati dovrebbe compiere controlli di sicurezza su soggetti, materiali e veicoli sospetti, e tutti i cestini della spazzatura nei luoghi pubblici saranno controllati ogni 30 minuti. Il livello giallo è il secondo meno grave dopo quello verde, in una scala composta da quattro step che parte dal verde, segue con il giallo, e poi ha arancione e rosso.

To Top